Visualizzazione dei risultati da 1 a 7 su 7
  1. #1
    Alek
    Ospite

    Predefinito aborto

    Riporto un messaggio di Chira (più sotto):.......

    > Mi associo a quello che scrive Tammy e aggiungo che
    > molti leggi (inteso nell'Unione europea) sono
    > 'abbastanza uniformi' per quanto rig. il limite del
    > tempo in cui una donna possa abortire l'embrione.
    > Sono intorno i 90 giorni. L'attuale legislazione
    > nella maggiore parte dei paesi sta funzionando
    > bene. La prova sta nel fatto che la maggior parte
    > delle donne che scelgono di fare un aborto già
    > abbiano preso la loro decisione prima della
    > diciottesima settimana. I casi in cui un aborto
    > dopo qst data viene concesso sono pochi (sec. la
    > statistica), e dunque vengono s o l o concessi per
    > cause cosìdetti 'estremi' sociali, medicinali o
    > psicologiche (della madre).
    >
    > Comunque, indipendentemente della questione morale,
    > il principio fondamentale debba essere quello della
    > scelta libera della donna di poter decidere sul
    > proprio corpo. Poi è chiaro che l'aborto sia una
    > questione molto molto difficile. Lo è di per se
    > (per tutte le ragioni già esposti da tutti qui). /C.

    ....e mi permetto di commentare, approffittandone per chiarire la mia posizione riguardo all'aborto, visto che sono stato "trasversalmente" tacciato di nazista infibulatore.......


    Premesso che sebbene esista una legge in favore dell'aborto questo non significa che l'aborto sia una pratica "giusta e sana" (questa naturalmente è la mia opinione), sono d'accordo che questa legge sull'aborto esista per tutelare la donna. Perchè comunque esistono casi in cui la donna ha la "necessità" di abortire e ci possono essere casi in cui le potrebbe essere ingiustamente impedito da altri.
    Sono d'accordo perchè comunque confido nella donna, sarà poi il suo buonsenso e la sua coscienza a giudicare la situazione.
    Nel caso in cui l'aborto non serva ad evitare conseguenze fisiche o psicologiche spiacevoli per la madre, io sono contrario ma non mi sento in dovere di convincere gli altri, ne mi sognerei mai di esprimere giudizi su situazioni che io non sto vivendo in prima persona. In questo particolare caso, credo comunque che sia doveroso coinvolgere il padre, anche nel processo decisionale, almeno in parte, perchè il concepimento è stato fatto in due. Solo per questo ho detto che l'utero è della donna, ma non quello che contiene (non è nemmeno dell'uomo ovviamente), dentro l'embrione c'è comunque materiale genetico del partner. Quello che contiene l'utero non fa del tutto parte del suo corpo, non è un organo del suo corpo, è una forma di vita separata.
    Sono quindi in parte favorevole all'aborto,in certe situazioni gravi.
    Tuttavia non posso essere d'accordo con chi sventola bandiere "pseudo-femministe" affermando che l'aborto esiste semplicemente per tutelare il diritto della donna "in ogni caso" a gestire il proprio corpo, citando situazioni in cui la donna è costretta a portare a termine la gravidanza contro la sua volontà e a scapito della propria salute. Perchè le stesse persone che affermano questo, fanno rientrare nei diritti della donna anche il "diritto di eliminare" una vita sul nascere, dove questa, nascendo, potesse limitare la qualità della vita del futuro genitore, cioè solo per egoismo. Il discorso della gravidanza che viola il corpo della donna, quasi come se fosse un male e non un dono, non mi sembra che in molti casi abbia senso, mi sa molto di scusa.
    Naturalmente quando si parla di aborto il tutto avviene senza tenere assolutamente conto che esiste un diritto ad essere madri, ma contemporaneamente anche quello di essere padri.

    E mi sa tanto che più andiamo avanti così e ci saranno sempre più padri e sempre meno madri.

  2. #2
    Eremita
    Ospite

    Predefinito Re: aborto

    sono perfettamente d'accordo con Alek.

    Inoltre vorrei aggiungere che le donne femministe, o peggio le pseudo, hanno proprio poco di femminile...

  3. #3
    Insonne
    Ospite

    Predefinito Re: aborto

    Madonna, che palle, siamo sempre lì! Intanto se non fosse per quelle che chiamate con disprezzo "pseudofemministe", a quest'ora esisterebbe ancora il reato di omicidio per causa d'onore...

    Secondo: il solito "punctum dolens" è quello per cui i cattolici considerano essere umano (i più integralisti), "forma di vita" (i più liberali), naturalmente vita infusa dal Cielo, niente più che un grumetto di cellule senza cervello, cioè l'embrione umano.

    Si dà il caso (sic voluit Natura) che siffatto grumetto di cellule sia locato in cavità materne, in unum col corpo della madre. Sicchè chi dovrebbe legalmente disporne? La donna. E questa è logica prima ancora che etica o diritto.

    Comunque tranquilli, siccome siamo in periodi di pura reazione clerico-fascista, e la nuova legge sulla fecondazione medicalmente assistita già equipara l'embrione a una persona, siccome abbiamo fior di Ministri che vanno in Europa a dire che l'omosessualità è un peccato mortale e che vorrebbero offrire soldi alle donne in procinto di abortire, presto l'aborto verrà abolito e la donna tornerà ad essere come piace a voi: un'incubatrice a disposizione dell'uomo che genera i figli per volontà del Signore. Amen.

  4. #4
    Chira
    Ospite

    Predefinito Re: aborto

    Avevo postato qst mex (nella pagina precedente) prima di vedere il tuo (qui), sulla questione dell'aborto, Alek. Non lo cambio per adeguarlo al tuo ma lo incollo qui solo (cn alcuni picc. correz.). Intanto, è molto più complessa la mia idea sull'aborto di quello che ho lasciato intendere prima e di quello che tu possa credere, forse non è tanto diversa alla tua poi. Per sommarlo, cerco di vedere questa complessa situazione da vari punti di vista. Dunque credimi, non solo della madre ma anche del bambino e del padre. (ci vorrebbe troppo tempo per parlarne ora).

    Mio precedente messaggio:

    x Alek: non credo che gli altri che hanno riportati degli esempi alla base di sondaggi l'abbiano fatto a memoria - 'delle programmi televisivi popolari' tanto per far girare 'un pò di idée' (tanto per diffondere un paio di ragionamenti popolari). Forse superfluo dirlo però la questione costituisce una vera e propria controversia morale, si è molto radicata nella nostra società! Perché non ci coinvolgerebbe dunque dal profondo del cuore? Ti posso assicurare che quando parlo alla base delle statistiche mi baso sulle fonti seri (questione di personalità, le corro indietro xché voglio essere certa di quello che sostengo), tipo il site ufficiale dell' Unione Europea o degli articoli pendenti.

    x Tammy: infatti concordo con tutto che dici - fin a quest ultime righe del conto del diritto alla vita (agli embrioni). Bisogna essere - sempre e comunque prudenti nel parlare dei fatti divergenti ugualmente pesanti come sono i diritti soggettivi degli vari esseri (qui della madre e dell'embrione. - I diritti della madre, p.es. il diritto sul proprio corpo, versus il diritto alla vita dell'embrione). Sappi che questa questione, tra l'altro nella dottrina giurisprundenziale attuale è molto discussa, e ben lontana da una "soluzione" complessiva. Anzi, la legge attuale (nei vari paesi) è proprio un frutto di un'"imperfezione" - inteso come una sconfitta etica (perché, consiste pur sempre nella soppressione di un essere vivente, il cui la legge, nei paesi democratici [inoltre in un paese cattolico come Italia] non può mai sostenere). È interessante notare come l'esistente legge non sia altro che un risultato di una soluzione di compromesso: infatti, l'aborto viene comunemente praticato nella società indipendentemente da varie norme ed abitudini, mettonendo in pericolo la vita della madre (dellE madrE) - dunque va legislato, e così è stato. Per il resto (come ho detto prima) sono d'accordo./C.

    P.S - Insonne, un commento su R. Buttiglione e la sua carriera un pò "inciampante" alla Commissione Europea? ... Bella competenza per la Giustizia, Sicurezza e Liberta' eh?! ... Tss, come ho riso! :-D :-D

  5. #5
    Tammy
    Ospite

    Predefinito Re: aborto

    > Madonna, che palle, siamo sempre lì! Intanto se non
    > fosse per quelle che chiamate con disprezzo
    > "pseudofemministe", a quest'ora esisterebbe ancora
    > il reato di omicidio per causa d'onore...
    >
    > Secondo: il solito "punctum dolens" è quello per
    > cui i cattolici considerano essere umano (i più
    > integralisti), "forma di vita" (i più liberali),
    > naturalmente vita infusa dal Cielo, niente più che
    > un grumetto di cellule senza cervello, cioè
    > l'embrione umano.
    >
    > Si dà il caso (sic voluit Natura) che siffatto
    > grumetto di cellule sia locato in cavità materne,
    > in unum col corpo della madre. Sicchè chi dovrebbe
    > legalmente disporne? La donna. E questa è logica
    > prima ancora che etica o diritto.
    >
    > Comunque tranquilli, siccome siamo in periodi di
    > pura reazione clerico-fascista, e la nuova legge
    > sulla fecondazione medicalmente assistita già
    > equipara l'embrione a una persona, siccome abbiamo
    > fior di Ministri che vanno in Europa a dire che
    > l'omosessualità è un peccato mortale e che
    > vorrebbero offrire soldi alle donne in procinto di
    > abortire, presto l'aborto verrà abolito e la donna
    > tornerà ad essere come piace a voi: un'incubatrice
    > a disposizione dell'uomo che genera i figli per
    > volontà del Signore. Amen.

    Grazie Insy. E' deprimente vivere in questo paese ed è deprimente vedere i ragazzini di oggi sputare sui diritti che le loro madri hanno conquistato facendosi un culo quadrato. Le 50/60enni di oggi si sono sbattute per niente evidentemente, non sono state capaci di insegnare ai figli che oggi hanno 20 anni il valore e la preziosità dei diritti che avevano conquistato. Che tristezza infinita...


  6. #6
    Chira
    Ospite

    Predefinito Re: aborto

    Mah, non si deve mettere al mondo dei bambini se poi non si è capaci a dargli tutta la sicurezza affettiva, l'amore e sviluppo che si merita. In questi casi è meglio abortire un embrione (per il bambino stesso lo è). Alcune madri non sono esemplari a prendere cura di un bambino. L'educazione di un figlio è sicuramente un lavorone... dunque la madre incinta in fase transitoria verso l'ultima decisione deve far valere il proprio buon senso dinanzi all'aborto.
    Ma la decisione ultimale tocca a lei e nessun altro. Fatto sta che un ex-ragazzo riluttante o aggressivo potrebbe avere un' influenza molto negativa sul di lei, specialmente se è giovane.

  7. #7
    Alek
    Ospite

    Predefinito Re: aborto

    mah!! ho esposto qualche messaggio più in su la mia opinione, che non è una posizione assoluta contro l'aborto o contro il diritto di una persona di decidere e gestire il proprio corpo.
    Penso che la legge sull'aborto conceda tutto e per me non è questo il problema: la libertà non è ne un bene ne un male assoluto, può essere entrambe le cose, è il buonsenso e la maturità personale che fa la differenza.
    Per me non è quindi una questione legale,di diritto, religioneo o altro.
    L'aborto è una questione "personale" di chi deve abortire e ritengo anche, in secondo luogo, di entrambi i genitori.
    Io, come ho detto, mi sentirei profondamente offeso semplicemente nel sapere che la mia ragazza pensasse (come ipotesi) che non fosse opportuno per una ragazza avvertire il partner di una gravidanza e della decisione di abortire, senza consultarlo, per "far tutto da sola" e non subire interferenze.

    Ho letto i posts, in cui poi avete rettificato, riconoscendo lo sbaglio, dicendo che è necessario coinvolgere il partner, ma io sono comunque rimasto scioccato perchè mi avete messo la pulce all'orecchio. Mi preoccupa anche il fatto che una ragazza possa palesare un pensiero del genere.

    Io sinceramente di una donna così non saprei che farmene, non mi sognerei proprio di costruirci un rapporto.
    Poi, se la pensassi così solo io, sarei un escluso....altrimenti significherebbe che esistono "problemi sociali" molto più a monte.
    Mah, chissenefrega in fondo, è la selezione naturale che deciderà chi ha ragione o torto........

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •